Cyberbullismo Ordinamento Alunni adottati DSA e BES Valutazione e autovalutazione delle scuole Alunni stranieri Privacy e scuola Normativa antipedofilia Salute e scuola Disabilità Indicazioni nazionali e linee guida Esame di Stato conclusivo del primo ciclo e del secondo d'istruzione Titoli conseguiti all'estero Gite scolastiche Atti MIUR Scuole paritarie e non paritarie Formazione iniziale docenti Leggi e Decreti
Edifici e sicurezza 5 per mille Diritti Editoria
News
Ultimi articoli pubblicati
31/05/2018 Ordinanza MIUR n. 9080 del 31 maggio 2018 - Adempimenti di carattere operativo e organizzativo relativi all'esame di Stato - anno scolastico 2017-2018 In particolare l’ordinanza, oltre a specificare tutte le attività propedeutiche allo svolgimento degli esami, fissa le date in cui saranno sostenute da tutti i candidati le prove scritte.
Scarica il file allegato >>


22/05/2018 Nota MIUR del 22 maggio 2018: Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE/2016/679) - Responsabile della protezione dei dati personali - Prime indicazioni per le istituzioni scolastiche Con questa nota il MIUR il MIUR fornisce una serie di informazioni rispetto all’applicazione del nuovo Regolamento europeo sul trattamento dei dati personali, in vigore dal 25 maggio. Ciascun istituto scolastico, in virtù della propria autonomia, deve dotarsi in via prioritaria del Responsabile della protezione dati personali. Tale figura, interna o esterna, deve essere connotata dai requisiti di autonomia e indipendenza, operare senza conflitto di interessi e possedere specifiche competenze in materia di trattamento dei dati personali.
Scarica il file allegato >>


17/05/2018 Nota MIUR n. 1143 del 17 maggio 2018: L'autonomia scolastica quale fondamento per il successo formativo di ognuno. Con questa nota il MIUR fornisce alcune indicazioni in merito alla applicazione dei contenuti generali delle norme sull’autonomia scolastica, in modo da finalizzarle alla realizzazione del successo formativo di tutti gli alunni.
Scarica il file allegato >>


11/05/2018 Nota MIUR n. 7985 dell' 11 maggio 2018: riapertura del Rapporto di autovalutazione per l'anno scolatico 2017/18. In questa nota il MIUR comunica alle istituzioni scolastiche statali e paritarie che nel periodo compreso tra il 14 maggio e il 30 giugno 2018 sarà possibile effettuare l’annuale aggiornamento del RAV – rapporto di autovalutazione. La nota precisa che nel corso dell’anno scolastico 2018/2019 sarà effettuata, a cura delle scuole, anche la rendicontazione sociale, ultima delle fasi previste dal Sistema nazionale di valutazione. Secondo quanto previsto dalla nota, l’aggiornamento del RAV si rende necessario in presenza di cambiamenti sostanziali intervenuti nell’istituzione scolastica, alla luce di nuovi dati nonché delle osservazioni dei Nuclei esterni di valutazione, se la scuola è stata oggetto di visita. La revisione o la nuova compilazione del RAV è effettuabile attraverso le stesse modalità degli anni precedenti, ma viene rimessa all’autonoma determinazione delle scuole la scelta delle tabelle e dei dati del RAV che intendono rendere pubblici in Scuola in chiaro. In particolare la nota sottolinea che le analisi derivanti dai dati di Contesto sono finalizzate esclusivamente a comprendere i propri punti di forza e di debolezza per attivare i Processi verso il miglioramento degli Esiti formativi ed educativi degli studenti e non alla comparazione con altre scuole per indirizzare, indebitamente, le scelte delle famiglie. Infine, la nota ricorda che solo il Dirigente scolastico/Coordinatore didattico, quale diretto responsabile dei contenuti e dei dati inseriti nel RAV, è abilitato all’approvazione e alla pubblicazione del RAV.

Scarica il file allegato >>


09/05/2018 Nota MIUR n. 7885 del 09.05.2018 – Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione. Chiarimenti. Nel provvedimento il MIUR interviene sulla prova scritta relativa alle competenze di lingua straniera, sulle modalità di svilgimento delle prve per alunni con disabilità, DSA e BES, nonchè sul funzionamento della commissione esaminatrice.
Scarica il file allegato >>




1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... NEXT


Dona il 5x1000

Il cinque per mille indica una quota dell'imposta IRPEF che lo Stato italiano ripartisce, per dare sostegno, tra gli enti che svolgono attività socialmente rilevanti (ad esempio non profit, ricerca scientifica). Il versamento è a discrezione del cittadino-contribuente, contestualmente alla dichiarazione dei redditi.
C.F. 97086160583